Edizione 2011

Cittadini del Mediterraneo (Seconda giornata)

Democrazia, diritti e migrazioni tra Africa, Medioriente ed Europa
IL convegno vuole essere un luogo d’incontro tra giuristi, studiosi e gruppi di tutela dei diritti umani, protagonisti per riflettere che cosa sta accadendo con le Rivoluzioni arabe e che cosa deve cambiare nelle politiche migratorie dell’Unione Europea.

in Edizione 2011

TRIESTE E LE CULTURE DEL MARE: Navigazioni interculturali

Una giornata di studi dedicata alle diverse rappresentazioni del mare e della geografia marina (isole, correnti, rive, coste, spiagge), nelle letterature, le arti e le attività intellettuali dell’uomo. Gli spazi considerati sono molteplici: nordici e meridionali, familiari e lontani, ma lo sforzo comune è di interrogarsi sui ‘sensi’ del mare nella storia culturale, adottando una metodologia geocritica multifocale che partendo dallo studio dello spazio geografico permetta di coniugare aspetti ideologici, sociali e teorie letterarie con concetti filosofici e culture materiali delle civiltà marittime.

in Edizione 2011

Cittadini del Mediterraneo (Prima giornata)

Democrazia, diritti e migrazioni tra Africa, Medioriente ed Europa
IL convegno vuole essere un luogo d’incontro tra giuristi, studiosi e gruppi di tutela dei diritti umani, protagonisti per riflettere che cosa sta accadendo con le Rivoluzioni arabe e che cosa deve cambiare nelle politiche migratorie dell’Unione Europea.

in Edizione 2011

Come diventare Italiani in 40 minuti / Il lavoro che serve alla vita

L’ingresso del mercato del lavoro nella sfera intima e privata costituisce un tratto peculiare della società occidentale contemporanea. In questo scenario, anche nel nostro paese, la crescente mobilità geografica femminile gioca un ruolo di primo piano, garantendo il continuo trasferimento di mansioni familiari e di cura dai paesi poveri a quelli ricchi. A fronte di questo processo di appropriazione di risorse umane, va, tuttavia, anche compiendosi una “rivoluzione” di genere su scala globale che, con l’esperienza migratoria delle donne provenienti dai paesi poveri, da un lato, e l’ingresso delle donne occidentali nel mercato del lavoro, dall’altro, vede il progressivo declino dell’uomo breadwinner, capofamiglia e procacciatore del principale reddito familiare.

in Edizione 2011

Africa al cinema

Ore 17.00 presentazione e proiezione documentario L’AFRICA CAMMINA CON I PIEDI DELLE DONNE. PREMIO NOBEL PER LA PACE ALLE DONNE AFRICANE. Presentazione della Campagna per riconoscere e valorizzare il ruolo delle donne in Africa e dare loro il Premio Nobel per la Pace 2011. Le donne africane sono le protagoniste della vita quotidiana, elementi trainanti […]

in Edizione 2011

“PORRAJMOS”, L’Olocausto dimenticato degli zingari

Non esistono documenti, scritti o libri nella tradizione Rom, tutto è affidato alla trasmissione orale. Anche il ricordo del “PORRAJMOS”;1, l’olocausto zingaro che dal ’40 al ’45 fece più di 500.000 vittime, si allunga e si stempera in poesie e ballate come queste. Se lo sterminio nazista di disabili omosessuali assurge solo adesso a dignità storica, lo stesso non può dirsi per l’eccidio degli zingari, salvo rare eccezioni. Tra le carte di Norimberga, un solo paragrafo è dedicato al genocidio di Rom e Sinti2 , eppure gli zingari furono, non meno dei disabili, le cavie designate della follia nazista.

in Edizione 2011

Giacomo Sferlazzo in Lampedusa / Salute e Interculturalità / Shukri. A new life

Teatro Miela ore 9.00 concerto e incontro per le scuole superiori Giacomo Sferlazzo in LAMPEMUSA Teatro Miela Ore 17.00 incontro SALUTE E INTERCULTURALITA’ A cura del medico pediatra Giorgio Tamburlini. Le problematiche della salute quando si coniugano con le domande e le risposte di altre culture e paesi nei lavori dei giovani laureati in Cooperazione […]

in Edizione 2011

MAHI BINEBINE, maestro della luminosità melanconica e della calligrafia della solitudine

Cannibali di Binebine (Barbès 2008) racconta le vicende di un gruppo di persone che partono clandestinamente dal Marocco per l’Europa. Nato nel 1959 a Marrakech, Mahi Binebine si trasferisce a Parigi nel 1980 dove studia e insegna matematica. Si dedica anche alla scrittura e alla pittura. Molti romanzi sono tradotti in una decina di lingue. I suoi quadri fanno parte della collezione permanente del Guggenheim di New York.

in Edizione 2011

Revolutionary Mind / Angels on death row / Le Fil

Teatro Miela ore 18.00 documentario REVOLUTIONARY MIND di Sabrina Morena e Nicole Leghissa, prod. Ass. Spaesati/Bonawentura 2011. Saranno presenti Ilaria Capua e Raffaella Rumiati. Nel marzo del 2006 Ilaria Capua, giovane ricercatrice italiana che dirige il Centro di referenza per l’influenza aviaria dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie, lanciò un appello a tutta la comunità scientifica internazionale: […]

in Edizione 2011

AZADE la rivoluzione ai tempi di internet

Azad in lingua farsi significa libertà. Azade è il nome di una studentessa iraniana che scompare durante le manifestazioni post elettorali del giugno ’09. La protesta invade le strade, la lotta passa attraverso la rete. La repressione e la violenza, le sanzioni e l’embargo mettono a tacere e isolano la prima delle grandi rivoluzioni “di primavera”.

in Edizione 2011